Mal di Schiena, Falsi Miti

Articolo pubblicato su: 17 mar 2023 Autore dell'articolo: Simone Dantuono
Mal di Schiena, Falsi Miti
Tutti Notizie

Andiamo a sfatare alcune convinzioni riguardanti il mal di schiena, una delle problematiche più comuni, che colpisce almeno una volta nella vita circa il 70-85% della popolazione mondiale:

1- IL RIPOSO FARÀ SICURAMENTE PASSARE IL DOLORE. Falso
Solitamente nei primi giorni, quando il dolore è ancora acuto, il riposo è consigliabile, ma nei giorni successivi, rimanere troppo a letto o sul divano può peggiorare la situazione, quindi bisogna muoversi quanto prima per sconfiggere questo fastidio.

2- NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI IL DOLORE È DOVUTO AD UN’ERNIA. Falso!
Il paziente che soffre di ernia del disco non ha come sintomatologia principale il dolore alla schiena, che è invece causato nella maggior parte dei casi da patologie dei tessuti molli che circondano la colonna vertebrale.

3- IL MAL DI SCHIENA È SICURAMENTE COLLEGATO ALLA POSTURA SBAGLIATA. Falso!
Non esistono associazioni fra alterazioni posturali e asimmetrie (come scoliosi, iperlordosi e ipercifosi) e lo sviluppo del mal di schiena. Non esiste una postura ideale e il dolore non è associato ad un determinato tipo di postura, ma a quanto tempo manteniamo quella determinata postura.

4- BISOGNA FAR PASSARE L’INFIAMMAZIONE PRIMA DI INIZIARE LA TERAPIA. Falso!
Far passare troppo tempo tra l’inizio del dolore e il trattamento può allungare la prognosi e quindi allungare anche i tempi del trattamento. In alcune condizioni prima ci si muove col terapeuta, prima si trova una soluzione al problema.

5- SE IL DOLORE NON PASSA BISOGNA OPERARSI. Falso!
Solo una minima percentuale di persone con il mal di schiena avrà bisogno di ricorrere alla chirurgia, una volta fallite tutte le altre strategie che prevedono la terapia farmacologica, la terapia manuale, la terapia fisica e l’esercizio attivo.

6- FARE SPORT IN GENERALE FA MALE ALLA SCHIENA. Falso!
In alcuni casi l’attività fisica migliora il mal di schiena ed evita la sua cronicizzazione. Quale sport è meglio fare e come farlo è a discrezione del professionista che consiglierà quello più adatto al paziente.

Visita il nostro sito Cliccando qui

Condividi: